Arcimboldo. Rodolfo II in veste di Vertunno: nella più rappresentativa delle Teste composte di Arcimboldo c’è la sintesi dell’essenza e del divenire della natura, attraverso le stagioni


Crea sito
Arcimboldo è il nome con cui è conosciuto Giuseppe Arcimboldi (Milano, 1527 –1593) . Arcimboldo è un pittore italiano, noto soprattutto per le sue "Teste Composte", ritratti burleschi eseguiti combinando tra loro, oggetti o elementi dello stesso genere (soprattutto prodotti ortofrutticoli). Le "Teste Composte" di Arcimboldo hanno fisionomie grottesche ottenute attraverso bizzarre combinazioni di una straordinaria varietà di forme viventi o di cose
Arcimboldo, Rodolfo II, Vertunno

Arcimboldo. Ritratto di Rodolfo II in veste di Vertunno.
Basta guardare il ritratto di Rodolfo II in veste di Vertunno, dio del cambiamento delle stagioni, il capolavoro di Arcimboldo tra le Teste composte.
L’arte di Arcimboldo è frutto di studio dell’anatomia e della natura, come in Leonardo, che Arcimboldo
ha probabilmente studiato specialmente nelle sue “fisionomie caricate “.Arcimboldo infatti è anche considerato il padre della caricatura, un genere che poi si è sviluppato, diventando protagonista sui mezzi di diffusione di massa. L’amore per la caricatura, anche nel senso etimologico del termine di caricare l’immagine , cercarne l’effetto sull’osservatore , deriva anche dall’esperienza cartellonistica di Arcimboldo. Arcimboldo fu infatti coreografo e pittore per grandi eventi organizzati. Naturale quindi che Arcimboldo cerchi di stupire, di meravigliare.
Nel ritratto di Rodolfo II in veste di Vertunno, grazie alla possibilità di raffigurare tutte le stagioni, c’è la sintesi dell’arte di Arcimboldo, che ha utilizzato tutti gli elementi naturali per creare una rappresentazione armonica che è nello stesso tempo struttura e storia del cambiamento delle stagioni. Nel ritratto di Rodolfo II in veste di Vertunno infatti attraverso l’identificazione in Rodolfo II, la varietà dei prodotti della natura trova una identità (quella di Rodolfo II) nel divenire delle Stagionicon l’ alternanza tra i rossi delle gote , simbolo di salute, e delle labbra , gonfie di sensualità , i verdi della primavera ed i marroni autunnali. Questi colori pieni e le forme tondeggianti, danno un senso di robustezza e di armonia alla struttura. La testa composta di Rodolfo II in veste di Vertunno di Arcimboldo quindi sta su una struttura solida ed armonica ed assume un’espressione sanguigna , piena di salute e nello stesso tempo di malinconia autunnale.
Per arrivare al Vertunno c’è voluto studio e genialità, una combinazione tra arguta immaginazione , senso dell’ironia e gusto misurato del grottesco, dominati da maestria tecnica (tra l’altro Arcimboldo era uomo di multiforme ingegno , chiamato dagli Asburgo prima alla Corte di Vienna e poi da Rodolfo II nella magica città di Praga). Nel Vertunno di Arcimboldo infatti c’è armonia, raffinatezza, ironia e gusto dello stupendo e del meraviglioso ( nel senso etimologico di stupire e meravigliare).
Non sono quindi d’accordo con Roland Barthes, secondo cui l’effetto che suscitano le tavole di Arcimboldo sarebbe la repulsione: ” La mischia delle cose viventi [...] disposte in un disordine stipato (prima di giungere alla intellegibilità della figura finale) evoca una vita tutta larvale…
Al contrario la parola più appropriata per definire il Vertunno e tutta l’opera di Arcimboldo , soprattutto le teste composte , è stupefacente, Wunderbar. Non a caso Arcimboldo era uno degli artisti preferiti da Rodolfo II , che aveva costruito una grandiosa wunderkammer, secondo il gusto del tempo. Nel Vertunno c’è inoltre un atteggiamento verso la natura misto di arrendevolezza , di scoperta, di docilità , combinato però con la maestria,la capacità di dominare la materia, derivante, come abbiamo visto, dallo studio della natura e dell’anatomia e dalla intensa pratica cartellonistica in età giovanile. In Arcimboldo quindi di fronte alla natura l’ingenuità si combina con la maestria. Il ritratto di Rodolfo II in veste di Vertunno costituisce la realizzazione del concetto : natura nisi sequendo vincitur.


Giuseppe Tarditi




Argomenti correlati

Il segno dei tempi attraverso le donne nella pittura

La donna nell’Arte: il corpo, l’anima, l’oggetto di consumo

I ritratti di Marilyn Monroe di Andy Warhol

Andy Warhol. Campbell's soup. La pop art

Andy Warhol: Marilyn Monroe e Campbell’s Soup - Analisi delle opere e confronto iconografico

Dalì La Persistenza della memoria. Analisi, commento

La dimensione della memoria nelle arti figurative

Guernica. Picasso ed i principi fondamentali del cubismo

Guernica di Picasso: commento e significato

Picasso. Les demoiselles d’Avignon

Improvvisazione 26. Kandinsky

L’Urlo di Munch

L’urlo di Munch ed il grido di Eva nella cacciata dal paradiso terrestre di Masaccio

Analisi e commento dell’opera I papaveri di Monet

Monet: La cattedrale di Rouen. Analisi e commento dell’opera

Impressione al tramontare del sole di Claude Monet

Claude Monet: vita, opere, dipinti

Auguste Renoir . Le Bagnanti

Auguste Renoir. Le Grandi Bagnanti

Renoir. Ballo al moulin de la Galette

Egon Schiele e la Secessione Viennese. Vita, opere e caratteristiche pittoriche

Gustav Klimt . Il Bacio. Analisi dell’opera

Auguste Rodin . Il pensatore

Vincent Van Gogh: I mangiatori di patate

Van Gogh. Campo di grano con corvi

Espressionismo ed impressionismo. Da Van Gogh a Munch a Kandisky

Van Gogh. Vaso di girasoli. Analisi e significato dell’opera vaso di girasoli di van Gogh

Van Gogh.Notte stellata : analisi e significato dell’opera Notte stellata di van Gogh

Van Gogh. Il postino di Arles: analisi e significato del quadro di Van Gogh

Van Gogh . Autoritratto del 1889. Analisi e significato dell’opera

Van Gogh. Autoritratto con cappello di feltro grigio. Analisi e significato

Van gogh. Camera da letto ad Arles: analisi e significato dell’opera

Delacroix: analisi dell'opera La libertà che guida il popolo

Delacroix: vita, opere. Romanticismo, impressionismo, simbolismo

Francisco Goya . La Maja desnuda

Vermeer. Ragazza con l’orecchino di perla

Arcimboldo. Rodolfo II in veste di Vertunno

Rubens. Le Tre Grazie

CARAVAGGIO E VERMEER, il maestro di Delft: due personalità diverse che si incontrano nella Maddalena penitente e la Ragazza con il turbante

Tiziano. Venere ed Adone

I Prigioni di Michelangelo: analisi iconologica e commento

Adamo ed Eva di Lucas Cranach detto il vecchio Analisi dell’opera

La pittura del Correggio: un vortice di spiritualità e carnalità nelle cupole del Duomo e di S. Giovanni a Parma

Correggio. L’assunzione

Leonardo da Vinci. La Gioconda

Il Paesaggio nella Tempesta di Giorgione e nella Gioconda

La Primavera di Sandro Botticelli

La Madonna del parto di Monterchi. Piero della Francesca

Piero della Francesca. Madonna della Misericordia

Piero della Francesca. L’Annunciazione

Piero della Francesca. Vita ed opere

Piero della Francesca. La sua Vera Croce: il ritorno nel grembo materno

La Regina di Saba . Analisi dell’ opera

Il David di Donatello: analisi dell’opera e commento

Cappella Brancacci. Masaccio e Masolino Da Panicale: la cacciata dal paradiso terrestre e la tentazione di Eva

La Leggenda di S. Francesco, la Madonna degli Ognissanti di Giotto e della Maestà di Simone Martini: tre passi verso l’Umanesimo

Giotto : Storie di S.Francesco . La Basilica Superiore di Assisi

Il duomo di Colonia: imponente e magnifico esempio di arte gotica

I templi dorici in Magna Grecia ed in Sicilia

home