Fantacalcio: suggerimenti, segreti e rapporto con la realtà


Crea sito
Il fantacalcio è un gioco in cui ognuno può mettere alla prova le proprie competenze calcistiche. Non è una novità dire che in Italia tutti ci sentiamo migliori dei tecnici in circolazione. Questo strano e particolare fenomeno trova una sua valvola di sfogo nel gioco del fantacalcio, in cui ogni fantallenatore compra i suoi giocatori e schiera ogni giornata una squadra di undici titolari, corredata di riserve, proprio come avviene nelle partite reali. Tuttavia è evidente che questo gioco per quanto affascinante e verosimile al calcio giocato non consente di dire quanto siano forti effettivamente le squadre create dai fantallenatori.

fantacalcio, centrocampo, rigori, Gazzetta, asta


Con questa doverosa premessa possiamo, quindi, convenire sul fatto che calcio e fantacalcio sono due mondi differenti, sia pure con delle analogie. Ci sono due tipi di fantacalcio: classico e lega. Nel primo, sulla falsariga di quello organizzato dalla Gazzetta dello Sport, ogni fantallenatore ha un certo capitale per comprare i giocatori della sua squadra e più squadre possono avere uno stesso giocatore. Nel secondo, per contro, viene svolta un’asta, fra i vari fantallenatori partecipanti alla lega, per aggiudicarsi i singoli giocatori. Quindi con questo meccanismo un giocatore appartiene esclusivamente ad un’unica squadra. Vi sono diversi principi da seguire per fare una squadra di fantacalcio vincente. In primis bisogna scegliere un portiere che abbia una buona difesa nella squadra in cui gioca realmente, in quanto per ogni gol subito dal portiere viene sottratto un punteggio che varia a seconda dei diversi regolamenti cui ci si riferisce. Per evitare di spendere molto per i portieri si può prendere come portiere di riserva il secondo portiere della squadra del portiere scelto come titolare per la propria squadra di fantacalcio. Per quanto concerne i difensori conviene scegliere difensori che segnano qualche gol, magari rigoristi nella propria squadra di appartenenza. Comunque, tendenzialmente, bisogna cercare di spendere poco per i difensori al fine di mantenere i soldi necessari per comprare validi centrocampisti ed attaccanti, che, rispetto ai difensori, hanno più possibilità di segnare. A tal proposito ricordiamo, anche se probabilmente non ce ne è bisogno, che per ogni gol segnato da un proprio giocatore viene attribuito un bonus positivo, in genere +2 o +3. Passiamo al centrocampo, i migliori e più redditizi sono i centrocampisti che segnano e quindi, anche se non è sempre valido, quelli che giocano a ridosso delle punte, perciò i rifinitori o i trequartisti. Quest’ultima considerazione permette di sviluppare il concetto di cui si è parlato sopra, ossia che una squadra di fantacalcio potrebbe essere estremamente valida in un gioco di fantacalcio, ma non avere lo stesso valore se giocasse realmente. Infatti un centrocampo con molti trequartisti o rifintori e pochi mediani di rottura od incontristi sarebbe poco realizzabile in pratica, poiché sconvolgerebbe decisamente gli equilibri di una squadra, ma molto conveniente per una squadra di fantacalcio. Infine, per quanto riguarda gli attaccanti è buona regola comprare attaccanti che garantiscano un considerevole numero di gol, quindi in linea teorica conviene comprare prime punte che tirano i rigori.



Argomenti correlati

Il calcio è ancora uno Sport? Proposte per renderlo tale

Tattiche nel calcio ieri ed oggi

Il successo del gioco del calcio

Il calcio in tutti noi

Fantacalcio: suggerimenti, segreti e rapporto con la realtà


home