L’architettura gotica veneziana


Crea sito
L'architettura gotica a Venezia si afferma piuttosto tardi, solo verso il XV secolo infatti la città si distacca dall’influenza orientale e risente del clima culturale occidentale, per cui in arte in generale ed in particolare in architettura vengono introdotti elementi del tardo-gotico, noto in Italia come gotico "fiorito". Questo aggettivo allude alla raffinatezza ed all’eleganza di quello stile, che è caratterizzato da spettacolari decorazioni a traforo e da una ricchezza di statue e di marmi.
Elementi del gotico fiorito sono presenti anche nella Basilica di San Marco, come la decorazione degli archi inflessi dell'ordine superiore della facciata e ciò rappresenta un esempio significativo di come elementi gotici si possano innestare molto bene su un substrato bizantino. La Basilica di San Marco, la cui struttura risale all’undicesimo secolo, è infatti l’edificio più rappresentativo dell’arte bizantina a Venezia, sia per la decorazione interna a mosaici dorati, sia per opere di oreficeria bizantina, come il tesoro della Pala d’Oro, sia per le cupole esterne che ricoprono la chiesa. Proprio ad esse è connesso il problema della scarsità della luce, in quanto in questa basilica le finestre sono aperte direttamente nelle curvature delle cupole, che offrono quindi solo un piccolo cerchio di luce, e non sul tamburo, su cui di solito appoggiano le cupole.
Il gotico, anche se in Italia ha assunto forme proprie e diverse nelle varie città, è caratterizzato dalla verticalità, dalla luminosità, dalle colonne sottili e slanciate, dagli archi a sesto acuto, che offrono un sensazione di leggerezza e che si innalzano grazie all’aggiunta di trafori come il quadrilobo, che forma una specie di quadrifoglio, un elemento tipico dell’arte veneziana.
Uno degli esempi più belli dell’architettura gotica veneziana è il Palazzo Ducale.



gotico, Venezia, palazzo ducale

Prima residenza del Doge, poi sede del governo e quindi palazzo di giustizia, questo edificio, quando venne edificato nel IX secolo, sembrava un castello, in una posizione strategica e di controllo e solo più tardi, per ricostruzioni successive, in seguito a vari incendi, assunse l’aspetto attuale.
Nonostante le sue dimensioni e nonostante che il palazzo, contrariamente alla maggior parte degli edifici medievali, che hanno in basso la parte più massiccia, presenti questa parte in alto, mentre i loggiati sono sotto, offre una sensazione di leggerezza e di eleganza, grazie soprattutto ai trafori delle logge gotiche, che sembrano dei preziosi merletti.
Questa tipologia di trafori è presente anche in La Ca' d'Oro, costruita tra i 1421 e il 1436 da Marco Contarini. Sulla sezione centrale della facciata appaiono infatti arcate e logge incorniciate da trafori, delimitati da assi laterali che conferiscono equilibrio alla composizione.
La predilezione per la linea curva, oltre all’aspetto ascensionale, conferisce anche un effetto dinamico, che è un’altra delle peculiarità dello stile gotico.
Questa tipologia di finestra multipla, con più aperture, su cui si trovano archetti acuti e tra essi un traforo sono presenti anche in altri splendidi palazzi, come per esempio in Ca' Foscari, oggi sede dell’università, oppure come in Palazzo Pisani Morettai, se si prescinde però dal secondo piano, in cui i quadrilobi si trovano sulla cuspide dell’arco.
Esempi dell'architettura gotica veneziana sono anche la Basilica di Santa Maria Gloriosa dei Frari e la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo.
La prima, nella sua forma attuale, fu iniziata dal 1340 e i lavori si protrassero per più di un secolo fino alla consacrazione nel 1492.
In genere in Italia le chiese gotiche non sono alte, come quelle di altri paesi, questa Basilica invece è slanciata e protesa verso l’alto, la facciata è divisa in tre parti da tre pilastri e su ognuna c’ è un rosone in pietra d'Istria. L’interno presenta una grande navata principale, sormontata da volte a crociera con archi acuti, e due navate laterali, divise da dodici colonne. La basilica ha un notevole valore non solo per essere uno dei più significativi esempi del gotico, ma anche perché custodisce opere di grande valore, come i due dipinti di Tiziano.
A differenza di quella dei palazzi di cui si è parlato sopra, in cui la magnificenza e l’eleganza sono espressione della ricchezza e della cultura di un ceto sfarzoso, nobile e signorile, l’architettura religiosa è ispirata a valori più sobri, severi e lineari. Rispetto al coevo gotico fiorito delle chiese degli altri paesi europei, per esempio le Fiandre o la Francia, la tipicità del gotico veneziano consiste nella maestosità delle basiliche e nella mancanza di ornamenti: non presenta infatti la magnificenza di guglie, pinnacoli ed archi rampanti ed usa materiali usuali come il cotto. La sua bellezza comunque deriva proprio dalla semplicità e dalla purezza della linea. Anche all’ interno, come in questo caso, le navate laterali hanno un’ altezza abbastanza simile a quella centrale. In questo modo la luce, che proviene dalle pareti laterali, illumina la chiesa in maniera omogenea.
Anche la Basilica dei Santi Giovanni e Paolo è un esempio di gotico veneziano. Eretta dai Domenicani dal 1246 al 1430, la chiesa divenne luogo di sepoltura dei dogi e per questo è diventata il Pantheon di Venezia.
Per le sue dimensioni e per la sua struttura slanciata, tipica del gotico, l'interno è simile a quello della chiesa dei Frari. Le altissime volte sono unite da tiranti di legno per contrastare le spinte delle volte a crociera e degli archi. Anche la facciata ricorda quella della chiesa dei Frari : entrambe sono tripartite, con un rosone in ciascuna sezione.




Argomenti correlati

Il segno dei tempi attraverso le donne nella pittura

La donna nell’Arte: il corpo, l’anima, l’oggetto di consumo

I ritratti di Marilyn Monroe di Andy Warhol

Andy Warhol. Campbell's soup. La pop art

Andy Warhol: Marilyn Monroe e Campbell’s Soup - Analisi delle opere e confronto iconografico

Dalì La Persistenza della memoria. Analisi, commento

La dimensione della memoria nelle arti figurative

Guernica. Picasso ed i principi fondamentali del cubismo

Guernica di Picasso: commento e significato

Picasso. Les demoiselles d’Avignon

Improvvisazione 26. Kandinsky

L’Urlo di Munch

L’urlo di Munch ed il grido di Eva nella cacciata dal paradiso terrestre di Masaccio

Analisi e commento dell’opera I papaveri di Monet

Monet: La cattedrale di Rouen. Analisi e commento dell’opera

Impressione al tramontare del sole di Claude Monet

Claude Monet: vita, opere, dipinti

Auguste Renoir . Le Bagnanti

Auguste Renoir. Le Grandi Bagnanti

Renoir. Ballo al moulin de la Galette

Egon Schiele e la Secessione Viennese. Vita, opere e caratteristiche pittoriche

Gustav Klimt . Il Bacio. Analisi dell’opera

Auguste Rodin . Il pensatore

Vincent Van Gogh: I mangiatori di patate

Van Gogh. Campo di grano con corvi

Espressionismo ed impressionismo. Da Van Gogh a Munch a Kandisky

Van Gogh. Vaso di girasoli. Analisi e significato dell’opera vaso di girasoli di van Gogh

Van Gogh.Notte stellata : analisi e significato dell’opera Notte stellata di van Gogh

Van Gogh. Il postino di Arles: analisi e significato del quadro di Van Gogh

Van Gogh . Autoritratto del 1889. Analisi e significato dell’opera

Van Gogh. Autoritratto con cappello di feltro grigio. Analisi e significato

Van gogh. Camera da letto ad Arles: analisi e significato dell’opera

Delacroix: analisi dell'opera La libertà che guida il popolo

Delacroix: vita, opere. Romanticismo, impressionismo, simbolismo

Francisco Goya . La Maja desnuda

Vermeer. Ragazza con l’orecchino di perla

Arcimboldo. Rodolfo II in veste di Vertunno

Rubens. Le Tre Grazie

CARAVAGGIO E VERMEER, il maestro di Delft: due personalità diverse che si incontrano nella Maddalena penitente e la Ragazza con il turbante

Tiziano. Venere ed Adone

I Prigioni di Michelangelo: analisi iconologica e commento

Adamo ed Eva di Lucas Cranach detto il vecchio Analisi dell’opera

La pittura del Correggio: un vortice di spiritualità e carnalità nelle cupole del Duomo e di S. Giovanni a Parma

Correggio. L’assunzione

Leonardo da Vinci. La Gioconda

Il Paesaggio nella Tempesta di Giorgione e nella Gioconda

La Primavera di Sandro Botticelli

La Madonna del parto di Monterchi. Piero della Francesca

Piero della Francesca. Madonna della Misericordia

Piero della Francesca. L’Annunciazione

Piero della Francesca. Vita ed opere

Piero della Francesca. La sua Vera Croce: il ritorno nel grembo materno

La Regina di Saba . Analisi dell’ opera

Il David di Donatello: analisi dell’opera e commento

Cappella Brancacci. Masaccio e Masolino Da Panicale: la cacciata dal paradiso terrestre e la tentazione di Eva

La Leggenda di S. Francesco, la Madonna degli Ognissanti di Giotto e della Maestà di Simone Martini: tre passi verso l’Umanesimo

Giotto : Storie di S.Francesco . La Basilica Superiore di Assisi

Il duomo di Colonia: imponente e magnifico esempio di arte gotica

I templi dorici in Magna Grecia ed in Sicilia

home