I Prigioni di Michelangelo: analisi iconologica e commento. Nei Prigioni di Michelangelo la grandezza dell’Uomo viene esaltata nello sforzo di liberarsi dalla materia


Crea sito
I Prigioni di Michelangelo sono un gruppo di sei statue eseguite per la tomba di Giulio II. Due Prigioni, databili 1513, sono pressoché completati, (Prigione morente e Prigione Ribelle ) e sono finiti a Lione , tramite Roberto Strozzi, a cui erano stati donati da Michelangelo, quando gli , esiliato da Firenze, riparò in Francia. Con la rivoluzione i due Prigioni di Michelangelo furono incamerati dallo Stato e finirono al Louvre . Gli altri quattro Prigioni di Michelangelo , Prigione giovane, Prigione barbuto, Atlante, Prigione che si ridesta, databili 1525-1530, sono incompleti e sono conservati nella Galleria dell'Accademia a Firenze, accanto al David di Michelangelo.
Questi ultimi , detti Prigioni fiorentini, (perché conservati all’Accademia di Firenze)
rappresentano , proprio in quanto non finiti la vera essenza dei Prigioni: la lotta della forma contro la materia, dell’individuum che cerca di emergere dall’informe.
Il significato iconologico dei Prigioni di Michelangelo era probabilmente legato al motivo dei Captivi nell'arte romana; infatti Vasari identificò i Prigioni come personificazioni delle province controllate da Giulio II; per il Condivi invece I Prigioni avrebbero simboleggiato le Arti rese "prigioniere" dopo la morte di GiulioII.
A livello più profondo si può pensare al predominio della civiltà ( delle Arti e delle Istituzioni, che trovano un rappresentante emblematico in Giulio II) sulla forza bruta, dell’uomo sulla materia: lo sforzo dell’Umanesimo , aiutato dal potere illuminato, per emergere dalla barbarie.
Prigione, Michelangelo, Firenze

I Prigioni di Michelangelo Galleria dell’Accademia Firenze
In tal senso i Prigioni sono un po’ l’emblema della filosofia scultorea di Michelangelo,
una sorta di arte maieutica (che si rifà a Socrate ed a Platone), per portare alla luce l’Idea che vedeva già nel masso, liberandola dalla materia. Ne I Prigioni questo processo è dimostrato in fieri, in tutta la sua drammaticità (drama=azione )
I Prigioni di Michelangelo infatti non sono tanto un’ esaltazione della vittoria, quanto della lotta tra l’uomo e la materia, lotta che ha tormentato la vita di Michelangelo ,
e della titanica fatica che deve fare l’uomo per liberarsi dal peso della materialità.
Ciò nonostante in Michelangelo c’è anche un profondo rispetto della materia che è compenetrata nell’uomo, dal momento che siamo sia materia che spirito, cioè una cosa sola che vive insieme. I Prigioni difatti sono materia e forma insieme, forza bruta e Umanesimo che vivono e si dibattono insieme in un unicum, di cui Michelangelo si sentiva partecipe. La vittoria è ovviamente implicita in questa lotta, perché la forma emerge e si fa strada , anche se forse nella vita predomina la lotta e solo dopo la morte ci sarà la liberazione dello spirito, dell’arte, dalla materia. I vari gradi di finitura o di in-finitura dei Prigioni rappresentano diversi momenti dell’esaltazione di questo sforzo; non a caso il Prigione più vicino alla completezza della forma è quello più vicino alla morte , il Prigione morente , conservato al Louvre, in cui la liberazione dalla materia è quasi completata.
Prigioni, Michelangelo, Louvre

Per questo forse i Prigioni di Michelangelo
erano destinati ad un monumento che celebra la morte, o meglio, che inneggia alla sopravvivenza alla morte dell’individuo (Giulio II) e di quello che rappresenta, Arte e civiltà.

Giuseppe Tarditi





Argomenti correlati

Il segno dei tempi attraverso le donne nella pittura

La donna nell’Arte: il corpo, l’anima, l’oggetto di consumo

I ritratti di Marilyn Monroe di Andy Warhol

Andy Warhol. Campbell's soup. La pop art

Andy Warhol: Marilyn Monroe e Campbell’s Soup - Analisi delle opere e confronto iconografico

Dalì La Persistenza della memoria. Analisi, commento

La dimensione della memoria nelle arti figurative

Guernica. Picasso ed i principi fondamentali del cubismo

Guernica di Picasso: commento e significato

Picasso. Les demoiselles d’Avignon

Improvvisazione 26. Kandinsky

L’Urlo di Munch

L’urlo di Munch ed il grido di Eva nella cacciata dal paradiso terrestre di Masaccio

Analisi e commento dell’opera I papaveri di Monet

Monet: La cattedrale di Rouen. Analisi e commento dell’opera

Impressione al tramontare del sole di Claude Monet

Claude Monet: vita, opere, dipinti

Auguste Renoir . Le Bagnanti

Auguste Renoir. Le Grandi Bagnanti

Renoir. Ballo al moulin de la Galette

Egon Schiele e la Secessione Viennese. Vita, opere e caratteristiche pittoriche

Gustav Klimt . Il Bacio. Analisi dell’opera

Auguste Rodin . Il pensatore

Vincent Van Gogh: I mangiatori di patate

Van Gogh. Campo di grano con corvi

Espressionismo ed impressionismo. Da Van Gogh a Munch a Kandisky

Van Gogh. Vaso di girasoli. Analisi e significato dell’opera vaso di girasoli di van Gogh

Van Gogh.Notte stellata : analisi e significato dell’opera Notte stellata di van Gogh

Van Gogh. Il postino di Arles: analisi e significato del quadro di Van Gogh

Van Gogh . Autoritratto del 1889. Analisi e significato dell’opera

Van Gogh. Autoritratto con cappello di feltro grigio. Analisi e significato

Van gogh. Camera da letto ad Arles: analisi e significato dell’opera

Delacroix: analisi dell'opera La libertà che guida il popolo

Delacroix: vita, opere. Romanticismo, impressionismo, simbolismo

Francisco Goya . La Maja desnuda

Vermeer. Ragazza con l’orecchino di perla

Arcimboldo. Rodolfo II in veste di Vertunno

Rubens. Le Tre Grazie

CARAVAGGIO E VERMEER, il maestro di Delft: due personalità diverse che si incontrano nella Maddalena penitente e la Ragazza con il turbante

Tiziano. Venere ed Adone

I Prigioni di Michelangelo: analisi iconologica e commento

Adamo ed Eva di Lucas Cranach detto il vecchio Analisi dell’opera

La pittura del Correggio: un vortice di spiritualità e carnalità nelle cupole del Duomo e di S. Giovanni a Parma

Correggio. L’assunzione

Leonardo da Vinci. La Gioconda

Il Paesaggio nella Tempesta di Giorgione e nella Gioconda

La Primavera di Sandro Botticelli

La Madonna del parto di Monterchi. Piero della Francesca

Piero della Francesca. Madonna della Misericordia

Piero della Francesca. L’Annunciazione

Piero della Francesca. Vita ed opere

Piero della Francesca. La sua Vera Croce: il ritorno nel grembo materno

La Regina di Saba . Analisi dell’ opera

Il David di Donatello: analisi dell’opera e commento

Cappella Brancacci. Masaccio e Masolino Da Panicale: la cacciata dal paradiso terrestre e la tentazione di Eva

La Leggenda di S. Francesco, la Madonna degli Ognissanti di Giotto e della Maestà di Simone Martini: tre passi verso l’Umanesimo

Giotto : Storie di S.Francesco . La Basilica Superiore di Assisi

Il duomo di Colonia: imponente e magnifico esempio di arte gotica

I templi dorici in Magna Grecia ed in Sicilia

home