Egon Schiele opere e la Secessione Viennese. Vita, opere e caratteristiche pittoriche del tormentato pittore viennese nel clima culturale della Vienna del 1910-1918

Egon Schiele opere


Crea sito
Egon Schiele nacque nel 1890 a Tulln, nei pressi di Vienna. A Vienna il clima culturale era ideale per la discussione dei temi fondamentali dell'esistenza. A Vienna operava Freud, con la sua enfasi sulla sessualità, a Vienna nasceva la Secessione Viennese. Se si pensa alla Secessione Viennese si pensa subito a Egon Schiele.
Opere di Egon Schiele
egon schiele, opere, vienna, klimt, nudo



L’ infanzia di Schiele fu influenzata dal progredire della malattia mentale e dalla precoce morte del padre, che segnerà profondamente tutta la pittura di Egon Schiele, dandogli un'immagine del mondo fosca e malinconica. Alla morte del padre Adolf Schiele la tutela di Egon Schiele andò al ricco zio, che riconobbe il talento artistico di Schiele. In questo periodo infatti Schiele cominciò a dipingere, producendo in un decennio circa trecento dipinti. Dopo il suo ingresso all'Accademia di Belle Arti di Vienna nel 1906, dove Egon Schiele studiò pittura e disegno, i rapporti con la madre si deteriorano; Marie Schiele infatti non si sente sufficientemente sostenuta dal figlio. Abbandonato il clima conservatore dell’ Accademia di Vienna, Schiele cerca i suoi modelli al di fuori, soprattutto all'interno dei Cafè di Vienna. Studiando da solo, Egon Schiele cresce e si migliora, sperimentando i diversi stili, all'epoca considerati d'avanguardia ,come tutta la cultura di Vienna. A Vienna dipingeva Klimt. L'incontro con Klimt avvenne nel nel Cafè Museum di Vienna: la personalità di Klimt influenza Schiele con le teorie artistiche della Secessione Viennese di cui Klimt è un esponente.
Anche Klimt avrà per Schiele una grande stima: Klimt s’impegnò ad aiutare l'amico,
attraverso l'acquisto di disegni, procurandogli modelle, presentandolo ad alcuni mecenati, che assicurarono a Schiele una certa tranquillità finanziaria. Grazie a Klimt Egon Schiele tiene la sua prima personale per la Wiener Werkstätte, il cui fondamento sta nel concetto di arte totale: l'arte influisce sulla quotidianità. Lo stile di Schiele, abbandonata l’Accademia di Vienna, è già espressionista: accanto a ritratti di amici ed autoritratti, viene rappresentata la fisicità del corpo attraverso un’aggressiva distorsione figurativa:la sessualità diventa ossessione erotica accanto al tema della solitudine inquieta.
Egon Schiele utilizza una linea precisa ed incisiva per esprimere la sua angoscia e per mostrare senza pudore il disfacimento fisico e morale. La propensione per la dis-grazia , che lo spinge a dipingere corpi sgraziati, mettendone a nudo (in senso anche letterale) sena pudore il drammatico decadimento, interiorizzato nell’infanzia per la malattia del padre Adolf Schiele e la sua morte prematura fanno diventare Schiele simbolo dell'artista incompreso frustrato ed alienato da dal clima culturale di Vienna, considerata bigotta e ignorante. In questo senso Egon Schiele può essere considerato l’emblema della Secessione Viennese .Al contrario di Klimt per cui se si pensa a Klimt , vien subito in mente Il Bacio, Schiele non si identifica con un’opera ma con una serie di immagini sgraziate di corpi nudi avvinti senza amore, di una linea precisa ma tormentata, di colori dolenti , rossi sanguinei, bruni tenebrosi, pallidi gialli e lugubri neri, paesaggi malinconici, con alberi avvizziti, per mettere impietosamente a nudo una realtà quotidiana molto diversa dalla Vienna ufficiale di Franz Ioseph. Morto Klimt , Schiele diventa il più famoso esponente della Secessione Viennese. Lo aspetta l’ultima dis-grazia: la morte della moglie che Schiele ritrae più volte durante la sua agonia.Com’era scritto nel suo tormentato destino Egon Schiele muore giovane. A 28 anni.
Opere maggiori di Egon Schiele: Nudo di ragazza , Autoritratto , Stanza di Schiele (1911) Donna in lutto, Il cardinale e la monaca ,Gli eremiti (1912) Nudo femminile con cuffia verde, Girasoli (1914), Coppia seduta, Donne recline, Passaggio dalla vita alla morte (1915) Ritratto della moglie, Nudo femminile inginocchiato, L'abbraccio, Periferie (1917) La famiglia (1918) Corpo maschile di schiena Due corpi di donna

Giuseppe Tarditi





Argomenti correlati

Il segno dei tempi attraverso le donne nella pittura

La donna nell’Arte: il corpo, l’anima, l’oggetto di consumo

I ritratti di Marilyn Monroe di Andy Warhol

Andy Warhol. Campbell's soup. La pop art

Andy Warhol: Marilyn Monroe e Campbell’s Soup - Analisi delle opere e confronto iconografico

Dalì La Persistenza della memoria. Analisi, commento

La dimensione della memoria nelle arti figurative

Guernica. Picasso ed i principi fondamentali del cubismo

Guernica di Picasso: commento e significato

Picasso. Les demoiselles d’Avignon

Improvvisazione 26. Kandinsky

L’Urlo di Munch

L’urlo di Munch ed il grido di Eva nella cacciata dal paradiso terrestre di Masaccio

Analisi e commento dell’opera I papaveri di Monet

Monet: La cattedrale di Rouen. Analisi e commento dell’opera

Impressione al tramontare del sole di Claude Monet

Claude Monet: vita, opere, dipinti

Auguste Renoir . Le Bagnanti

Auguste Renoir. Le Grandi Bagnanti

Renoir. Ballo al moulin de la Galette

Egon Schiele e la Secessione Viennese. Vita, opere e caratteristiche pittoriche

Gustav Klimt . Il Bacio. Analisi dell’opera

Auguste Rodin . Il pensatore

Vincent Van Gogh: I mangiatori di patate

Van Gogh. Campo di grano con corvi

Espressionismo ed impressionismo. Da Van Gogh a Munch a Kandisky

Van Gogh. Vaso di girasoli. Analisi e significato dell’opera vaso di girasoli di van Gogh

Van Gogh.Notte stellata : analisi e significato dell’opera Notte stellata di van Gogh

Van Gogh. Il postino di Arles: analisi e significato del quadro di Van Gogh

Van Gogh . Autoritratto del 1889. Analisi e significato dell’opera

Van Gogh. Autoritratto con cappello di feltro grigio. Analisi e significato

Van gogh. Camera da letto ad Arles: analisi e significato dell’opera

Delacroix: analisi dell'opera La libertà che guida il popolo

Delacroix: vita, opere. Romanticismo, impressionismo, simbolismo

Francisco Goya . La Maja desnuda

Vermeer. Ragazza con l’orecchino di perla

Arcimboldo. Rodolfo II in veste di Vertunno

Rubens. Le Tre Grazie

CARAVAGGIO E VERMEER, il maestro di Delft: due personalità diverse che si incontrano nella Maddalena penitente e la Ragazza con il turbante

Tiziano. Venere ed Adone

I Prigioni di Michelangelo: analisi iconologica e commento

Adamo ed Eva di Lucas Cranach detto il vecchio Analisi dell’opera

La pittura del Correggio: un vortice di spiritualità e carnalità nelle cupole del Duomo e di S. Giovanni a Parma

Correggio. L’assunzione

Leonardo da Vinci. La Gioconda

Il Paesaggio nella Tempesta di Giorgione e nella Gioconda

La Primavera di Sandro Botticelli

La Madonna del parto di Monterchi. Piero della Francesca

Piero della Francesca. Madonna della Misericordia

Piero della Francesca. L’Annunciazione

Piero della Francesca. Vita ed opere

Piero della Francesca. La sua Vera Croce: il ritorno nel grembo materno

La Regina di Saba . Analisi dell’ opera

Il David di Donatello: analisi dell’opera e commento

Cappella Brancacci. Masaccio e Masolino Da Panicale: la cacciata dal paradiso terrestre e la tentazione di Eva

La Leggenda di S. Francesco, la Madonna degli Ognissanti di Giotto e della Maestà di Simone Martini: tre passi verso l’Umanesimo

Giotto : Storie di S.Francesco . La Basilica Superiore di Assisi

Il duomo di Colonia: imponente e magnifico esempio di arte gotica

I templi dorici in Magna Grecia ed in Sicilia

home