L’organizzazione interna del Parlamento europeo: i gruppi e lo status del parlamentare

L’organizzazione interna del Parlamento europeo: i gruppi e lo status del parlamentare


Crea sito
Indice

Indice

Indice. 1

Capitolo 1 Introduzione: 4

il concetto di parlamento secondo la visione storica, filosofica e giuridica. 4

1.1            Nomen iuris “Parlamento”. 4

1.2            Evoluzione storica del Parlamento. 6

1.3            Riflessione filosofica  9

Osservazioni giuridiche sul concetto di “Parlamento Europeo”. 20

Capitolo 2. 25

EVOLUZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO DAI TRATTATI DI ROMA ALLA COSTITUZIONE EUROPEA.. 25

2.1            Assemblea CECA come “progenitrice” del Pe  25

2.2 Trattato di Roma 1957. 29

2.3 Trattato di Lussemburgo: poteri di controllo sul bilancio. 32

2.4 L’elezione diretta del 1979. 36

2.5 Progetti Gensher-Colombo & Spinelli 40

2.6 Atto unico europeo del 1986. 42

2.7 Trattato di Maastricht 1992. 46

2.8 Trattato di Amsterdam del 1997. 53

2.9 Il Trattato di Nizza del 2001. 55

2.10 Il Parlamento Europeo nella Costituzione  europea. 58

Capitolo  3.. 65

Il rapporto tra Cittadini e Parlamento Europeo. 65

3.1 Deficit democratico e Parlamento. 65

3.2 Il Sistema elettorale comune. 77

Capitolo 4.. 80

I GRUPPI PARLAMENTARI ED I PARTITI POLITICI EUROPEI 80

4.1 Definizione e funzione. 81

4.2 Nascita dei gruppi 84

4.2.1 Difficoltà di integrazione politica dopo il primo allargamento. 85

4.2.2 Dal gruppo alla federazione. 87

4.3 Concentrazione, ideologia e coesione nel PE. 87

4.3.1 Il processo di concentrazione. 88

4.3.2 Futuri sviluppi della concentrazione politica in Ue. 96

4.4 Il vincolo di affinità politica. 98

4.5 Il Gruppo misto e la tradizione europea. 109

4.6 Lo statuto ed il finanziamento dei partiti europei quali conseguenze della “democraticità”. 114

Capitolo 5. 138

ORGANIZZAZIONE   INTERNA  DEL    PARLAMENTO    EUROPEO.. 138

5.1 Il Regolamento quale fonte principale. 138

5.2 Gli organi del Parlamento. 141

5.2.1 Funzioni del presidente. 141

5.2.2 L’ufficio di presidenza e la conferenza dei presidenti 142

5.2.3 Le commissioni parlamentari 144

5.2.4 Gruppi parlamentari 144

Cap 6.. 148

Il ruolo dei gruppi nelle funzioni del Parlamento Europeo. 148

6.1 Le funzioni Parlamentari ed i procedimenti 148

6.2 Il potere legislativo. 150

6.3 La funzione di indirizzo politico. 156

Cap 7.. 164

Lo status dei Parlamentari 164

7.1 Definizione e funzione. 164

7.2 Statuto dei deputati 169

7.3 Immunità ed insindacabilità. 175

7.4 Mobilità Parlamentare & libero mandato. 177

7.5 Incompatibilità. 184

Cap 8.. 187

Osservazioni conclusive. 187

8.1 Il ruolo del Pe nell’organizzazione europea. 187

8.2 Osservazioni relative ai gruppi parlamentari ed ai partiti 195

8.3 Osservazioni conclusive sullo status dei parlamentari 202

 

 


Capitolo 1 Introduzione:

 il concetto di parlamento secondo la visione storica, filosofica e giuridica

1.1         Nomen iuris “Parlamento”

“La prima condizione perché un ordine politico sia stabile è la messa a punto delle parole: le cose devono essere chiamate per quello che sono, non per quello che non sono” . Da questa famosa massima di Confucio comprendiamo il valore non solo formale, ma soprattutto ontologico dei termini in generale ed in particolare, nell’economia del nostro discorso, delle componenti di un sistema politico istituzionale. I termini infatti rappresentano il predicato di processi storici, di evoluzione di costumi e di acquisizioni scientifiche ed esprimono talora valori simbolici, percepibili solo all’interno di un determinato contesto etologico[1]. Si ricorda inoltre che le istituzioni umane non esistono veramente se non quando hanno ricevuto un nome[2]. Ragionando a contrario, le istituzioni che hanno ricevuto un nome, esistono realmente e sono identificabili attraverso le proprie denominazioni. In quest’ottica  la massima “nomina sunt consequentia rerum”, può essere rovesciata, nel senso che il nome non deriva solo da un processo storico, ma può esserne anticipatore, assumendo dunque un significato finalistico,  come è successo nel caso del Parlamento europeo, in cui, l’attribuzione all’istituzione assembleare di tale nome, ha giocato un importante ruolo evolutivo,  come si vedrà nel corso di questo lavoro.

Nel campo del diritto l’attribuzione di un nomen, e quindi il nomen iuris ha un’importanza fondamentale, in quanto lo stesso si porta dietro non solo il significato lessicale, ma anche tutto il contenuto che la sua storia e l’elaborazione filosofica ha prodotto intorno ad esso. 

Per quanto riguarda il nome “Parlamento”, tale principio è stato stabilito  dalla stessa Corte Costituzionale italiana che si è preoccupata di delimitare il nomen “parlamento” in alcune sentenze[3], nelle quali si sostiene, come osservato dalla dottrina successiva, che “la questione della denominazione non è di carattere meramente terminologico e formale , ma assume un significato oltre il dato testuale[4]”. Pertanto il nome diviene portatore di “valori costituzionali”[5], quali la democrazia, la rappresentanza e la sovranità nazionale. Il giudice costituzionale innanzitutto ha sostenuto che il legame parlamento - sovranità popolare costituisce un portato di principi democratici rappresentativi, ma non è da considerarsi quale relazione di identità. Successivamente la Corte ha affermato che la peculiare forza connotativa del termine “parlamento” impedisce ogni sua declinazione, intesa a circoscrivere in ambiti più ristretti quella funzione di rappresentanza nazionale, che solo il Parlamento può esprimere e che è ineluttabilmente evocata dal relativo nomen.

Per capire l’importanza del nomen iuris “parlamento” bisogna rifarsi pertanto all’argomento sistematico, cioè analizzare la portata del concetto, secondo le osservazioni storiche e filosofiche e solo successivamente si dovrà considerare l’argomento lessicale, cioè le definizioni che l’ordinamento giuridico attribuisce alle istituzioni. Pertanto anche questo primo capitolo seguirà tale ordine espositivo.Continua...


Dott. Emanuele Tarditi

Argomenti correlati



Benchmarking dell’efficienza nelle Residenze Sanitarie Assistenziali

Vivere il tempo della vita

L’organizzazione interna del Parlamento europeo: i gruppi e lo status del parlamentare

home