Energia solare

Nucleare solare eolica e petrolio. Il problema vero non è la scelta tra energia nucleare ed energia da fonti rinnovabili:ma la scelta tra nucleare e petrolio


Crea sito
Nelle discussioni oggi spesso si fa il confronto tra energia nucleare ed energie rinnovabili , soprattutto energia solare ed eolica. Premesso che il confronto tra energia nucleare ed energia solare spesso prescinde dai contributi statali a favore del solare, contributi che paghiamo noi con le tasse e le imprese con i maggiori costi, il confronto tra energia nucleare ed energia solare o eolica è mal posto. Infatti nessuno discute che le energie rinnovabili, in particolare quella solare ed eolica, debbano essere incentivati, però c’è il limite della sostenibilità da parte delle finanze pubbliche. Da questo punto di vista i contributi all’energia solare dovranno scendere gradualmente e finire ad un certo giorno.
Comunque nel mondo nei prossimi cinquant’anni la fonte di energia prevalente sarà quella fossile, in particolare il petrolio. Quindi il nucleare non compete con il solare o l’energia eolica, che non cannibalizza, ma entrambi, sia il solare che il nucleare competono con il petrolio. Il paragone solare vs. nucleare è quindi mal posto in quanto il confronto più corretto è nucleare vs. petrolio. Sul confronto nucleare versus petrolio ci sono molti punti a favore dell’energia nucleare. Quelli più importanti a favore del nucleare ed a sfavore del petrolio sono:
l’energia nucleare rispetta di più l’ambiente rispetto al petrolio sia in termini di produzione di CO2 , che di particelle dannose. Anche le auto elettriche hanno bisogno di energia elettrica e quindi il problema si sposta sul fatto che l’energia elettrica debba provenire dal nucleare o dal petrolio e quindi si ritorna al confronto nucleare vs. petrolio.
Le scorte di petrolio hanno un limite ; con l’aumento di fabbisogno energetico, dovuto anche alle economie emergenti anzi a quelle ormai dominanti , come il Bric, il prezzo diventerà insostenibile.
Il nucleare ha una forte componente tecnologica e quindi favorisce le economie occidentali.
Gli svantaggi del nucleare sono il pericolo di incidenti, difficilmente controllabile (però anche il petrolio può causare gravi incidenti come dimostra la cronaca di tutti i giorni ed anche l’ idroelettrico, vedi il crollo delle dighe ) ed il problema delle scorie che però diventa sempre più controllabile. In alcuni paesi la gestione sicura delle scorie , che ha fatto enormi progressi, sia nella limitazione dei quantitativi che nella sicurezza, è diventato un business appetibile e c’è competizione tra gli enti territoriali per ottenerla.
Il problema non è quindi ideologico: non c’è un’energia diabolica ed una angelica: si tratta di realizzarle bene , prendendo le giuste cautele e investendo sulla ricerca scientifica e tecnologica per ottimizzarle , senza aspettarsi miracoli ma facendo progressi con un passo dopo l’altro.


Giuseppe Tarditi







Argomenti correlati

Registro delle opposizioni: addio chiamate indesiderate di telemarketing e teleselling! Cosa deve fare l’utente per iscriversi al registro delle opposizioni

Il concetto di efficienza nelle sue declinazioni: economica, allocativa, tecnica

Nucleare solare eolica e petrolio

Nucleare e CO2. Stoccaggi del nucleare sempre più sicuri. Anche il fondatore di Greenpeace ci ripensa: sì al nucleare di Patrick Moore

Regole chiare sui mercati finanziari! Il caso dall’equity swap della Fiat

Ordini professionali: enti di diritto pubblico a tutela dei cittadini

Il fine dell'impresa: profitto o responsabilità sociale?

Marketing: quale futuro?

Il consolidamento del comparto bancario italiano: gli effetti delle operazioni di merger & acquisition

Private label della GDO o il vecchio brand? Nel carrello c’è spazio per entrambi

home