Padre nostro. Proposta di modifica della frase :….. “non ci indurre in tentazione”


Crea sito
Il Padre nostro è forse la più bella preghiera, non solo della religione cristiana, perché il padre nostro mette in contatto tutti i figli di Dio (e quindi tutti gli uomini) tra di loro e con il Padre attraverso l’aggettivo nostro. E’ inoltre una preghiera universale , anche se al servizio di un rapporto individuale e diretto con il Padre di ognuno di noi. Il tono del Padre nostro è insieme affettuoso e di rispettoso abbandono alla Sua volontà. Esprime inoltre la vera natura dell’uomo , che è quella di essere figli; tutti gli uomini sono figli, anche se qualcuno non è padre o madre. Proprio perché figli dello stesso Padre con il Padre nostro esprimiamo un sentimento di fratellanza uni-versale. Nella versione italiana e latina c’è però una nota un po’ stonata ,colta da molti, nella frase : “non ci indurre in tentazione” , quasi si presupponesse una possibile volontà del Padre nostro di indurci in tentazione da scongiurare con la preghiera. Per questo mi sono sempre chiesto come mai la Chiesa non l’abbia mai modificata. Si potrebbe per esempio recitare : “Padre nostro….. fa sì che non siamo indotti in tentazione oppure allontana da noi le tentazioni…” o un’altra migliore frase che gli studiosi sapranno sicuramente trovare. Comunque affidiamoci sempre, con affetto, sincerità e rispettoso abbandono alla volontà del Padre nostro.




Argomenti correlati

Analisi del concetto di tempo. da San Agostino a Bergson

Il concetto di tempo nelle opere del filosofo Bergson

Il concetto di tempo in psicologia. Il contributo di Freud

Antinomia fra scienza e filosofia sul concetto di tempo

Presente, passato e futuro

Verità e Bellezza

Numeri. I numeri sono finiti; come qualsiasi creazione umana, i numeri sono a misura d’uomo

Dialogo sull’autorealizzazione. Realizzarsi: una mistificazione pericolosa

Il segno della Croce

Padre Nostro

Veni creator spiritus

Certezze. Forse. Da Socrate a S. Anselmo d’Aosta a…Il Grande Fratello?

Certezze. Forse. Da Feuerbach ai divi del cinema al reality show

home